Senza soldi per le proteine

Le più colpite dalla crisi, secondo molte statistiche, sono le persone con un basso livello di scolarizzazione e di istruzione. È una subalternità di classe che si esplica anche sotto forma di carenza di mezzi intellettuali per affrontare problemi nuovi – che in realtà sono problemi antichissimi che si ripresentano, non più a causa di siccità o carestie ma a causa di ben determinate scelte politiche. Le persone più scarsamente scolarizzate sono, spesso, le stesse che in mancanza di soldi si nutrono per periodi lunghissimi di pasta e pomodoro “perchè non possiamo permetterci la carne e il pesce”, Io li ho visti, li conosco da vicino. E nessuno spiega loro che lo stesso apporto proteico indispensabile può essere fornito dai legumi a prezzi irrisori. E magari ignorano cosa sono di preciso le vitamine e l’importanza della frutta fresca. Li ho visti, li conosco. I figli crescono sottonutriti, le carenze proteiche possono causare disturbi della crescita e dell’apprendimento, e il circolo si ripete: scarsi risultati scolastici, scarsità di strumenti intellettuali per comprendere il mondo (non che le due cose vadano sempre insieme: c’è solo una forte correlazione), e alla fine ci si ritrova con una nuova generazione di adulti-bambini incapaci di leggere un contratto, o di fare i conti della propria busta paga. Li conosco da vicino, ho a che fare con loro ogni giorno. Non tutti i lavoratori manuali sono così, ma drammaticamente molti. Se qualcuno pensava che questi problemi non esistessero più, ecco un rapporto dell’Unicef per ricredersi. Parla dell’Italia, non del Congo martoriato dalla guerra civile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...