Ancora non è finita

Abbiamo assistito ad anni ed anni di razzismi istituzionali. Partendo dalla legge che istituiva i lager denominati CPT, a nome dell’attuale Presidente della Repubblica, fino ai deliri espressamente razzisti di Borghezio e Gentilini, passando per il razzismo soft degli autorpoclamatisi liberali che si sono ripetutamente alleati con la destra estrema per ragioni elettorali, appoggiando Ultras e chiudendo gli occhi sulle decine e decine di aggressioni fasciste a danni di chiunque che si verificano a ritmo quotidiano in tutta la penisola, costantemente coperte da forze dell’ordine accondiscendenti e magistrati indulgenti (alla faccia della “magistratura rossa”). Hanno aperto il vaso di Pandora degli orrori e adesso questi scorrazzano liberamente per la penisola, come vecchi fantasmi. Un pogrom e una tentata strage con due morti nel giro di pochi giorni. Non computo l’autore dell’attentato tra i morti in quanto i fascisti non sono da considerarsi esseri umani e vanno in un conto a parte. Fausto Amodei, e con lui molti altri, avevano visto chiarissimo e previsto quel che sarebbe successo. Hanno perso, e i loro peggiori incubi si stanno avverando-e non è detto che abbiamo visto il peggio.

Sono convinto che, grazie all’insipienza e stupidità della sinistra istituzionale, la destra tornerà presto al potere nel 2013, puntando sempre più sui cavalli peggiori. Andiamo verso tempi bui.